martedì 1 marzo 2016

Jacarei 28 febbraio 2016 - Messaggio della Madonna

(Maria SS.ma): "Miei cari figli, anche oggi vi invito alla preghiera fatta con amore. Siete lontani dalla preghiera fatta con amore e ancora molto più lontani dalla santità.
Voi dovete in questo tempo santo di penitenza e di conversione aprire i vostri cuori sempre più a Dio nella preghiera con il cuore, cercando di pregare sempre più e meglio con amore, concentrazione, profondità, amore e sete di Dio.
Se voi pregate così, la vostra preghiera sarà viva e vi porterà veramente a cambiare interiormente, a diventare persone migliori, a vincere la pigrizia, vincere la timidezza spirituale, vincere l'attaccamento alle vostre opinioni, alla vostra volontà e vostri giudizi. E avrete anche la forza interiore di rinunciare all’autogoverno di voi stessi, alla ribellione che è tanto caratteristica della vostra generazione. E veramente voi sarete in grado di dare a Dio il sì vero, il sì definitivo, il 'sì' totale, il dono totale di voi a Lui, per compiere la volontà Sua e Mia, sempre e ovunque dove voi sarete.
Comprendete cari figli, che senza pregare perfettamente con il cuore e con amore, voi mai potrete capire che cosa vi manca per diventare santi. Mai riuscirete a vedere i vostri difetti, la vostra pigrizia, la vostra timidezza spirituale, l’attaccamento alle vostre volontà, opinioni e al modo di giudicare. E voi non sarete mai veramente liberi, liberi di fare la volontà di Dio alla perfezione come Egli vuole.
Cercate di rendere il motto del mio Gerardo Majella, il vostro motto: 'Qui si fa la volontà di Dio come Egli vuole, quando vuole e come vuole'. E come il mio Gerardo Majella faceva questa volontà? Rinunciando sempre alla sua volontà, alle sue opinioni, ai suoi giudizi. Nemmeno nelle preghiere ed esercizi spirituali egli faceva quello che voleva, nell’ora che voleva o come voleva. Faceva sempre ciò che il Superiore o la Regola comandava, così faceva sempre la volontà di Dio e mai la sua.
Così egli è diventato Santo in tanto breve tempo, perché ha imparato a pregare bene con il cuore, a meditare con profondità. E così ha capito che solo poteva essere un vero santo, colui che rinuncia alla sua volontà, alla sua opinione, al suo volere, in ogni momento, anche nelle cose spirituali, per fare la volontà di Dio. Che è espressa nella sua Parola, nella Sua Legge d'Amore, nei superiori che fanno le sue veci presso di voi, ed anche dalle mozioni della sua grazia.
E qui questa volontà di Dio è manifestata a voi direttamente dall’Altissimo tramite di Me, che sono la vostra Superiora, la vostra Maestra. Qui, vi dico come e quando pregare, e cosa dovete meditare, come dovete proseguire, come dovete camminare.
Se sarete docili alla mia voce crescerete rapidamente nella santità, come il mio Gerardo è cresciuto. Quando egli era malato ha capito che ciò che Dio voleva da lui, la volontà di Dio per lui, era che lui Lo servisse non solo con le preghiere pubbliche, col dar consigli e con le sue elemosine. Ma nel letto del dolore, offrendo le sue sofferenze a Dio per la salvezza dei peccatori.
E così, in pace ha sofferto ogni giorno della sua vita, fino al giorno in cui Io sono venuta a portarlo con Me in Cielo. Così i Santi si santificavano facilmente facendo la volontà di Dio come Egli voleva, nell’ora in cui Egli voleva. E quando Egli mandava loro anche la sofferenza riconoscevano in essa la volontà di Dio per quel momento.
Siate anche voi così figliolini, e preparatevi convertendovi ogni giorno di più, e cercando ogni giorno di più la santità e la perfezione, perché i tre giorni di buio sono molto vicini. E in quei giorni molti grideranno: Signore, Signore, salvaci! Ma ormai sarà troppo tardi, perché il tempo dato da Dio per la conversione del mondo, e perché il mondo torni a Lui per la via della preghiera, del cambiamento di vita, della conversione, delle virtù, sarà già finito.
Così i demoni afferreranno le loro prede con feroce caccia e porteranno le loro anime direttamente all'inferno, dove soffriranno per tutta l'eternità.
Non siate voi del numero di questi infelici, miei figli. Non trascurate la preghiera e il sacrificio, perché se voi lo fate, immediatamente il nemico si impossesserà delle vostre anime e stamperà nelle vostre anime il suo marchio, il 666. E così miei figli, egli si impossesserà dei vostri spiriti e vi porterà un giorno con lui nelle fiamme eterne, dove vi torturerà per tutta l'eternità.
Non trascurate la preghiera e la penitenza, perché chi lo fa morirà eternamente.
Tutti vi benedico con amore da Lourdes, da Fatima e da Jacarei. "
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email